Archivi categoria: Stagione 2016

Con Avishai Cohen Quartet chiude la rassegna 2016-2017 “Imagine”

 

Ultimo appuntamento della rassegna 2016-2017 “Imagine” dell’associazione musicale “Nel Gioco del Jazz”. Mercoledì 10 maggio alle 21,00 al Teatro Forma di Bari si esibirà il quartetto del trombettista israeliano Avishai Cohen in “Into the silence”. Sul palco ad accompagnare il musicista Yonathan Avishai al pianoforte, Yoni Zelnik al contrabbasso e Nasheet Waits alla batteria.
Nato a Tel Aviv e cresciuto in una famiglia di musicisti, Cohen ha cominciato a prendere lezioni di tromba all’età di soli otto anni. Ha suonato con molti celebri artisti jazz e ha sempre dichiarato di essere stato fortemente influenzato da Miles Davis. La sua prima registrazione per la ECM è stata nel quartetto del sassofonista Mark Turner nel settembre 2014. Sempre per la ECM ha pubblicato, da leader, il disco “Into the silence” con composizioni impressionistiche per un classico quartetto jazz. Del disco, dedicato alla memoria del padre del carismatico trombettista, Cohen ha firmato tutte e sei le tracce di registrazione: “Life And Death”, “Dream Like A Child”, “Into The Silence”, “Quiescence”, “Behind the Broken Glass”, “Life And Death – Epilogue”. I brani, di lunga durata, consentono lo sviluppo di un flusso continuo di idee e di copioso materiale tematico.
“Into the silence”, nato da una forte esperienza interiore, ha quel dono dell’immediatezza che dai componenti del quartetto si trasmette direttamente all’ascoltatore. La sordina della tromba di Avishai dà il tono emotivo alla musica nei momenti di apertura dell’album, mentre la band ne esplora tutte le sue implicazioni. Dagli assoli creativi del pianista israeliano Yonathan Avishai, all’intesa con il batterista Nasheet Waits, all’interazione con il contrabbasso di Yoni Zelnik, il silenzio espresso dal trombettista esprime una dimensione interiore ricca di temi melodici che non rinuncia alla ricerca.

Costo biglietto: 25,00 euro settore “A” – 20,00 euro settore “B” – 15,00 euro settore “C”.
“Nel Gioco del Jazz” mette a disposizione 15 biglietti al costo di 10,00 euro per il settore “C”.

In attesa di comunicare anteprime e dettagli della prossima stagione l’associazione organizza un concerto fuori rassegna, sempre al Teatro Forma, venerdì 19 maggio con il quintetto del chitarrista Pietro Condorelli. Sul palco lo accompagneranno Simona Coppola, voce, Francesca Masciandaro, flauto, Domenico Santaniello, contrabbasso, e Claudio Borrelli, batteria.
Da maggio inoltre sarà possibile scaricare dal sito ufficiale, www.nelgiocodeljazz.it, da Google Store e da Facebook, l’app di aggiornamento su tutti gli eventi dell’associazione.

Biglietti in vendita presso CENTRO MUSICA –
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele, 165 (Bari)
– tel. 080 5211777
Per maggiori informazioni contattare l’Associazione Culturale Musicale “Nel gioco del jazz” al 338 9031130 , oppure inviare mail a info@nelgiocodeljazz.it – FB

 

Lizz Wright in concerto il 12 febbraio al Teatro Palazzo di Bari

Domenica 12 febbraio alle ore 21,00 al Teatro Palazzo, Corso Sonnino n. 142 Bari, per la rassegna “Imagine” dell’Associazione “Nel Gioco del Jazz”, si esibirà la cantante americana Lizz Wright che per l’occasione sarà accompagnata da Martin Kolarides alla chitarra, Kenny Banks al pianoforte, Nicholas D’Amato al contrabbasso e Che Marshall alla batteria.

Lizz Wright, 37 anni, paragonata per il suo stile vocale a Norah Jones, ha iniziato a cantare musica gospel e a suonare il pianoforte in chiesa, per poi interessarsi alla musica jazz e al blues. Ha continuato poi a studiare canto presso la Georgia State University di Atlanta, per proseguire alla New School di New York. La cantante si è unita nel 2000 al quartetto Gospel di Atlanta e nel 2002 ha firmato il suo primo contratto discografico con la Verve Records.

Il suo primo album “Salt” del 2003 ha raggiunto il secondo posto nella classifica Billboard Top Contemporary Jazz del 2004.

La sua musica può essere considerata un mix tra musica jazz e pop, con momenti che si avvicinano alla musica popolare. Il disco, “Dreaming Wide Awake”, è stato pubblicato nel giugno 2005 ed ha raggiunto il primo posto della classifica Top Contemporary Jazz del 2005 e 2006.

Nel 2008, con il suo terzo album, “The Orchard”, Lizz Wright fa un altro passo significativo: supera i confini tra generi diversi, offrendo una dinamica senza pari. Il repertorio, in gran parte costituito da sue composizioni, segna il suo inconfondibile stile personale. Nel 2010 segue il quarto album “ Fellowship “, con mistiche presenze sacre prese dai Vangeli e musiche da Jimi Hendrix, Eric Clapton e Gladys Knight, passando da Joan Wasser. Nel 2015 l’album “Freedom & Surrender” ha continuato a farla salire in cima alle classifiche e il suo ultimo singolo “Lean in ” si è affermato nella playlist estiva 2016 dell’ex presidente americano Barack Obama. Al suo ritorno da un tour europeo nel novembre 2016, Lizz Wright è tornata in studio di registrazione con il produttore americano Joe Henry per il suo ultimo album la cui uscita è prevista per la fine dell’estate 2017.

Attualmente Lizz Wright è ai vertici delle vocalist jazz americane ed è entrata di diritto tra le grandi voci di sempre.

Costo biglietto: 30,00 euro settore “A” – 25,00 euro settore “B” – 20,00 euro settore “C”

Particolarmente vantaggiose le riduzioni a favore degli studenti universitari, muniti di relativo tesserino. L’Associazione “Nel Gioco del Jazz” mette a disposizione 100 biglietti al costo di 5,00 euro, direttamente al botteghino del Teatro Palazzo la sera del concerto.

Il prossimo appuntamento della rassegna “Imagine” è per martedì 7 marzo con “Astrolabio”, il nuovo progetto discografico del sassofonista Roberto Ottaviano. Sul palcoscenico oltre ad Ottaviano, vi saranno Michel Godard alla tuba, Gianluigi Trovesi al clarinetto e Glenn Ferris al trombone.

Biglietti in vendita presso CENTRO MUSICA – C.so Vitt. Emanuele 165 – Bari – tel. 0805211777.

Per maggiori informazioni contattare l’Associazione Culturale Musicale “Nel gioco del jazz” al 3389031130, oppure inviare mail a info@nelgiocodeljazz.it – FB

Video link

Andy Sheppard & Hat Trio in concerto

Prosegue l’ottava rassegna “Imagine” dell’Associazione culturale musicale “Nel gioco del jazz”. Dopo la pausa natalizia, lunedì 30 gennaio alle 21,00 presso il teatro Forma di Bari si esibiranno Andy Sheppard & Hat Trio. Il quartetto è composto da Andy Sheppard al sax, Pierluigi Balducci al basso elettrico, Alessandro Galati al pianoforte ed Enzo Lanzo alla batteria.

Andy Sheppard è uno dei più autorevoli sassofonisti europei e uno dei pochi musicisti britannici ad aver avuto un impatto significativo sulla scena jazzistica internazionale, suonando e componendo per formazioni diversissime, che vanno dal solo alla big band a formazioni cameristiche.

Ispirato dall’ascolto di John Coltrane, decide a 19 anni di diventare musicista jazz. Entra nel quartetto Sphere alla fine degli anni ’70. Negli anni ’80 si fa conoscere nei pub inglesi ed europei. Sempre rimanendo con gli Sphere inizia a suonare a Parigi, col gruppo francese Lumière e gli Urban Sax. Il successo arriva a metà degli anni ’80 con la pubblicazione dell’album omonimo che gli valse il premio al British Jazz Awards del 1987, seguito dal premio “Best Instrumentalist Award” nel 1988.

Il suo primo album ECM risale al 2008. Sheppard ha composto oltre 350 opere caratterizzate da un forte lirismo, affiancato da un uso personalissimo dei ritmi di Asia, Africa e Sud America.

All’insegna di una cifra stilistica indubbiamente europea, ha incontrato un trio ormai consolidato: quello composto dal pianista fiorentino Alessandro Galati, che ha alle spalle collaborazioni con grandissimi musicisti quali Mike Mainieri, Arild Andersen, Steve Lacy, Lee Konitz, Steve Grossman, ma anche tour in estremo Oriente e in Brasile, Messico, Cina; dal bassista barese Pierluigi Balducci, attivo sulla scena italiana o internazionale anche come leader e compositore, ed in formazioni come Nuevo Tango Ensamble e il trio ‘Amori sospesi’ con Gabriele Mirabassi e Nando Di Modugno; dal batterista salentino Enzo Lanzo, che annovera collaborazioni con Gianluigi Trovesi, Gianni Basso, Stefano Bollani, Ira Coleman, Enrico Rava, Rita Marcotulli, Dave Murray, e ha portato, inoltre, la sua musica in tutto il mondo: Australia, Africa, Asia, America Latina, Emirati Arabi Uniti, ed in tutta Europa.

Costo biglietto: 25,00 euro settore “A” – 20,00 euro settore “B” – 15,00 euro settore “C”

Particolarmente vantaggiose le riduzioni a favore degli studenti universitari, muniti di relativo tesserino. L’Associazione “Nel Gioco del Jazz” mette a disposizione 20 biglietti al costo di 5,00 euro, direttamente al botteghino del Teatro Forma la sera del concerto.

Il prossimo appuntamento della rassegna “Imagine” è per domenica 12 febbraio con la cantante americana Lizz Wright, paragonata per il suo stile vocale a Norah Jones.

Biglietti in vendita presso CENTRO MUSICA – C.so Vitt. Emanuele 165 – tel. 0805211777.

Per maggiori informazioni contattare l’Associazione Culturale Musicale “Nel gioco del jazz” al 3389031130, oppure inviare mail a info@nelgiocodeljazz.it – FB

La voce di Lizz Wright il 12 febbraio al Teatro Palazzo di Bari

Con i primi due album per la Verve, il debutto del 2003 di “Salt” e nel 2005 “Dreaming Wide Awake”, Lizz Wright è salita come una cometa nell’universo del jazz. Su entrambi gli album si è presentata non solo come unaz versatile cantante estremamente espressiva, ma anche come autrice straordinariamente abile. Con il suo terzo album “The Orchard”, l’artista fa un altro passo avanti significativo: supera i confini tra generi diversi, offrendo una dinamica senza pari. Un album molto creativo – In “The Orchard”, il cui repertorio in gran parte costituito da composizioni di Lizz Wright, l’artista segna il suo inconfondibilmente stile musicale personale. Il calore e il suono pieno della Wright mostrano intimità e autorità in “Coming Home”, “My Heart”, “un altro angelo” e “When I Fall”.
Tuttavia anche quando interpreta altri compositori come l’album tributo per Ella Fitzgerald e The Band, la sua voce è impressionante. Leggendaria l’interpretazione di Patsy Cline. Dal 2005 in poi la sua carriera è stata un successo continuo in tutto il mondo, tant’è che è considerata una delle grandi cantanti del Jazz mondiale.

Lizz Wright voce. Martin Kolarides chitarra, Bobby Sparks pianoforte, Nicholas D’Amato contrabbasso, Brannen Tempie batteria

12 Febbraio 2017/Teatro Palazzo Ore 21,00
Tickets (A) € 30,00 • (B) € 25,00 • (C) € 20,00

lizzy-whrigt